Tappi di Cerume

Il tappo di cerume, ovvero un ostruzione del condotto uditivo, non ha una causa unica.
I fattori che spesso lo preannunciano sono il cerume “secco” e delle infiammazioni del condotto uditivo (che ne diminuiscono il diametro).

Solitamente il Cerume è umido, ma quando è più secco può assorbire velocemente molta acqua e tappare quindi il condotto uditivo (ecco perchè spesso capita in piscina, o sotto la doccia di avere le orecchie improvvisamente tappate).

I sintomi dei Tappi di cerume sono una riduzione dell’udito, sensazione di pienezza, ronzii e altri disturbi uditivi. Nei casi più gravi, di cerume indurito che comprime il condotto uditivo anche vertigini, dolori e disturbi al timpano.

Il cerume normalmente ha un colore dal giallo al marrone scuro. Può essere grigiastro quando si mescola a detriti di pelle squamata. Quando il colore è molto scuro o nero, è segno di tracce di sangue.

Generalmente il metodo migliore di togliere un tappo di cerume è con l’acqua tiepida, in modo da non poter strofinare ed irritare la cute del condotto uditivo esterno.

Con i metodi meccanici può essere più veloce ma serve una maggiore attenzione.

Perchè il Cerume si chiama così?

Cerume deriva da cera, dal greco KEROS (composto di KAIO e REO, Ardere e scorrere) quindi è quel materiale che scaldato si scioglie. Così come la cera delle api protegge le celle dell’alveare, il cerume ricopre le cavità dell’orecchio.

Rimuovere i tappi di cerume con un propulsore d’acqua calda

Ecco uno dei metodi migliori per rimuovere i tappi di cerume. Il getto d’acqua calda è molto debole e in condizioni normali non può causare nessun danno. La temperatura viene provata prima con le dita, in genere si usa l’acqua sui 37-40 gradi, in modo da sciogliere il cerume ma senza infastidire l’orecchio.

Oltre che per liberare le orecchie dal cerume il propulsore è ottimo per rimuovere piccoli insetti o impurità varie, perchè limita al minimo l’atrito sulla cavità uditiva. Mentre tutti i metodi “meccanici” (ovvero pinzette / palette / cotton fioc) grattano la pelle.

Se il timpano è lacerato questo metodo è assolutamente da evitare per non causare entrate di liquido nell’orecchio interno.